15
Ott

Taglio capelli donna: quello che non ti hanno mai detto

Quante volte sei andata dal parrucchiere e sei uscita scontenta? Il taglio capelli donna insieme al servizio colore capelli, sono i due elementi che determinano il successo o il declino di un salone.

In questo articolo ti spiegherò come ottenere un buon taglio dal tuo parrucchiere guidandolo con le giuste informazioni. La prima cosa che ti consiglio di fare è prendere nota di tutte le cose che non ti piacciono o che vorresti evitare.

Per esempio: non ti piace avere le orecchie o il collo o la fronte scoperta, non ti piace il capello troppo scalato, o troppo piatto sulla sommità, o troppo largo ai lati; non ti piace la frangia, o non ti piace il ciuffo che cade sugli occhi.

Una volta individuate le cose che non ti piacciono concentrati su cosa vorresti evitare.

Per esempio: potresti voler evitare di dover dedicare dieci minuti ogni mattina a sistemarti i capelli, perché non stanno da nessuna parte, o perché le punte non girano come vorresti tu.

Ora è il momento di individuare cosa vorresti, e qui sta la grande difficoltà! Alcune persone prendono una scorciatoia: invece di guardarsi allo specchio sfogliano riviste di gossip, alla ricerca del nuovo look dell’attrice del momento.

Bene ora vediamo cosa dovrebbe fare il tuo parrucchiere.

Il taglio capelli donna è un servizio a cui il professionista dovrebbe dedicare una particolare attenzione, per questo quando arrivi nel suo salone dovrebbe accoglierti e farti accomodare NON AL LAVATESTE, ma in una poltrona comoda davanti a uno specchio lungo fino a terra.

Il professionista dovrebbe farti parlare, in modo che tu possa esprimere tutte le cose di cui ti sei presa nota prima di arrivare da lui, nel frattempo, mentre ti ascolta attentamente, dovrebbe dare una veloce occhiata allo specchio per raccogliere più informazioni possibili su di te, su come ti vesti, sulle proporzioni del tuo corpo, sulla tua gestualità, sul timbro della tua voce.

Poi dovrebbe concentrarsi sulla forma del tuo volto, osservare la struttura dei tuoi capelli, i volumi nelle varie zone, (tempie, apice, nuca e fronte). Il tuo parrucchiere dovrebbe armonizzare le tue richieste con le sue conoscenze di fisiognomica e morfologia cranica.

La mia convinzione è che pur facendo bene tutto questo, forse non si giungerebbe all’obiettivo: renderti felice e soddisfatta.

Per fare questo, assieme a competenze tecniche stilistiche, è necessario sviluppare doti di leadership. A volte bisogna prenderti per mano e portarti dove tu non avresti mai pensato di andare, osare cose che pensavi potessero essere ad appannaggio solo delle attrici, ma in fondo ognuno di noi ha qualcosa dentro che aspetta solo di essere tirato fuori. Michelangelo diceva che dal blocco di marmo liberava la statua che ne era imprigionata dentro.

Il taglio capelli donna deve fare la stessa cosa: liberare l’espressione migliore di te, quella che forse ancora non conosci.

Leggi anche: Fatti sorprendere dal colore!