24
Mar

Il bagno turco

Bagno turco, o bagno di vapore,

esisteva già ai tempi dei Romani e dei Greci, attorno al VII secolo a.C..

Inizialmente si trattava di una stanza della casa adibita a sala relax, riscaldata con aria calda che solo pochi potevano permettersi. Solo qualche secolo più tardi vennero costruite le famose terme romane a cui tutta la popolazione poteva accedervi. Le terme erano costituite da diverse stanze che avevano temperature diverse, Calidarium e Laconicum il loro nomi, dove all’interno si trovavano anche delle vasche di acqua calda e fredda, molto interessanti anche dal punto di vista architettonico. Con la caduta dell’impero romano si ebbe la loro diffusione anche in medio oriente. Le stanze erano più piccole, divise tra uomini e donne, e presero il nome di “hammam”, riscaldate con il vapore.

Il pricipio è esattamente opposto a quello della sauna, nel bagno turco ci sono 40/45 gradi e un’umidità elevata, superiore al 90%. Il vapore avvolge il corpo e invita alla traspirazione.

Possiamo dire che la seduta di bagno turco risulta più sopportabile della sauna, ciò è dovuto alla temperatura più bassa.

Quali sono i benefici del bagno turco?

Sicuramente una profonda pulizia della pelle, grazie al vapore che ci avvolge, i pori si dilatano con il relativo aumento della sudorazione. Come la sauna allevia le tensioni muscolari, ha un effetto rilassante sul sistema nervoso con conseguente riduzione dello stress, combatte le infiammazioni delle vie respiratorie ed elimina le tossine accumulate. Con l’aumento della temperatura corporea si ha anche un’aumento del metabolismo, quindi permette uno snellimento più facile e veloce.

La modalità, per un corretto utilizzo, è simile a quello della sauna:

10/15 minuti di permanenza all’interno della cabina sono sufficienti per avere la massima vasodilatazione dei vasi sanguigni. Si prosegue con una doccia fredda e un periodo di riposo (10/15 minuti), sdraiati, avvolti da un accappatoio o da un asciugamano. Questa operazione può essere ripetuta due o tre volte. E’ consigliato bere acqua o tisane durante il trattamento.

Non ci sono particolari controindicazioni, ma chi soffre di pressione bassa, malattie renali o problemi cardiovascolari è bene che si rivolga al proprio medico.

Al Bellessere il bagno turco è dotato della seduta riscaldata e anche di una piccola doccia per rinfrescarsi:

noi vi consigliamo di bagnarvi con l’acqua fredda partendo dagli arti inferiori per poi salire, in questo modo aumenterai il beneficio del trattamento.